Le Fiabe di Fata Favola


LA STELLA
novembre 22, 2010, 5:37 pm
Filed under: Uncategorized

C’era una volta una piccola stella del firmamento, che tutte le sere, da lassù, guardava il mondo quaggiù e aveva come unico desiderio poter vedere almeno una volta la terra.

Di giorno, anche se nessuno poteva vederla, guardava da lassù i bimbi che giocavano  e si divertivano invidiando la loro allegria e,  desiderando, almeno per un giorno di farne parte.

In giorno di pioggia ebbe una fantastica idea, poteva chiedere ad una nuvola di farla scendere, insieme ad una goccia di pioggia, in modo che potesse raggiungere la terra e poter passare un intero giorno al parco con i bambini.

La nuvola provò a sconsigliare alla stella di scendere, anche perché come avrebbe fatto poi a risalire? Ma la stella era decisa, sarebbe scesa sulla terra perché quello era il suo desiderio.

La nuvola l’aiutò nella discesa, ma le raccomandò di risalire, tramite la corrente calda del pomeriggio dopo, che andava verso l’alto; la stella promise, e poi caricata sulla goccia, prese la via della terra, atterrando proprio nel parco dei bimbi.

I bimbi, appena la videro, furono felicissimi di aver trovato una stella e giocarono insieme tutti il pomeriggio, divertendosi con quella splendente nuova amica.

Le ore volarono e quando fu ora della corrente ascensionale, la nostra amica stella si scordò completamente della promessa fatta alla nuvola e continuò  divertirsi, con i suoi nuovi amici,

Venne l’ora di tornare a casa, tutti i bimbi la salutarono e lei rimase sola nel parco, tanto triste.

I bimbi però  si chiesero dove sarebbe andata la loro nuova amica e lei rispose:

-Rimarrò qui ad aspettarvi fino a domani-

-Ma non vai a casa tua?-

Chiese uno dei bimbi

-No la corrente ascensionale è già passata e non c’è modo perché o possa tornare prima di domani-

I bimbi rimasero molto male e il pensiero che la loro amica passasse fuori tutta la notte li rattristò e preoccupò allo stesso tempo.

Ma il più grandino ebbe un’idea

-Amici, andiamo nelle nostre case  a prendere la scala più lunga che abbiamo-

Dopo pochi minuti ognuno prese la sua scala e la portò al parco.

Le legarono tutte insieme. E fecero una scala lunghissima che arrivava fino al cielo.

Poi uno di loro prese la stella, la mise in tasca e salì tutti i gradini, quando arrivò in cima, vicino ad una nuvola, appoggiò sopra la sua amica:

-Torna presto-

le disse salutandola

La stella lo guardò e sorrise

-Ci puoi contare-

Il bimbo scese dalla scala, piano piano.

Intanto la stella salutava quel gruppetto di manine che le facevano “ciao”, erano i suoi nuovi amici.

Quella sera brillò felice, sapendo che i suoi nuovi amici l’avrebbero guardata da laggiù..

Annunci

1 commento so far
Lascia un commento

….e da allora tutti noi sappiamo che, quando guardiamo il cielo, possiamo sempre sentirci amati dalle stelle…
Deliziosa, semplicemente. Brava!

Commento di livia




Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: