Le Fiabe di Fata Favola


IL PASTICCERE
novembre 22, 2010, 11:30 am
Filed under: Uncategorized

C’era una volta in un villaggio molto lontano, un pasticcere.

Aveva aperto il suo negozio, proprio nel centro di quel villaggio.

La vetrina era sempre piena di deliziose torte e dolcetti, ma nessun abitante entrava in quel negozio, per mangiare i pasticcini preparati, amorevolmente, dall’uomo.

Non c’era un motivo apparente, il negozio era ben tenuto, pulito, molto accogliente, i dolci avevano un aspetto gustosissimo, ma nessuno entrava per usufruire di tante leccornie.

Un giorno venne in vista al villaggio la principessina Matilde, con il codazzo di servitori  e damigelle, passeggiava per le strade del paese, fermandosi di qua e di là, per ammirare tutto quello  che attirava la sua attenzione.

Quando la principessa Matilde passò davanti al negozio del pasticcere, vide tutte quelle delizie esposte, si fermò davanti alla vetrina incollando il viso alla vetrina, quasi volesse mangiar ei dolci da quella posizione e disse:

-Servitori e damigelle, voglio fare una sosta, in questo bellissimo negozio, per rifocillarmi un po’.

I servitori   e le damigelle, si guardarono con occhi smarriti, la più vicina alla principessa si fermò e le disse all’orecchio:

-Principessa, qui non potete fermarvi, non si ferma mai nessuno-

La principessa guardò la sua damigella più vicina e disse:

-Ma perché mai?-

Né la damigella, né l’intero codazzo, riuscirono a rispondere a quella domanda, in effetti non c’era un motivo apparente.

La principessa entrò nel delizioso negozio, traboccante di dolci, cioccolatini, fu investita da un profumino delizioso.

Il pasticcere uscì dal laboratorio, sorridendo salutò la principessa, che si accomodò in uno dei tavolini.

Ordinò due paste alla crema e una al cioccolato.

Il sapore era così delizioso che la principessa fece i complimenti al buon uomo e quando uscì dal negozio, cominciò a decantare le lodi del pasticcere a chiunque incontrasse sul suo cammino.

Fu così che il pasticcere, da quel giorno, ebbe così tanto lavoro che dovette assumere tre aiutanti, per poter star dietro a tutte le ordinazioni ricevute, e quando la principessa Matilde si sposò, decise, per ringraziarla, di regalarle una bellissima torta nuziale a piani, tutta farcita di panna, crema e cioccolata.

La torta era talmente buona che tutti i regnanti dei villaggi vicini, vollero conoscere il pasticcere e furono così compiaciuti che gli proposero di aprire altre pasticcerie nei loro villaggi.

Il pasticcere diventò ricco, ma restò sempre un uomo semplice che trattava bene i suoi aiutanti, lavorava onestamente e fu grato per sempre alla principessa Matilde.

Annunci

Lascia un commento so far
Lascia un commento



Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: